ROMA

LICEO ARTISTICO STATALE

RIPETTA

SCRIPTA

Arti figurative plastico scultoree

TECNICA: Installazione con trittico olio su tela

DIMENSIONI: cm100x250 (cm 80x80 x3 opere e fondo parete)

AUTORE/I: Serena Gandini

CLASSE/I: 5D (2019-2020)

DOCENTE/I: Claudia Peill

 Scripta è un'istallazione pittorica ispirata al San Girolamo di Leonardo da Vinci. L'opera è un trittico articolato su tre tele cm 80x80 cadauna su fondo grigio.

Le due figure del Santo sono speculari. Le due braccia allungate verso l'interno si potrebbero toccare, ma sono separate da un monocromo raffigurante uno specchio, che riflette le figure e le separa. Le due figure sono il riflesso l'uno dell'altra, ma, nel riflettersi, qualcosa cambia: l'immagine non è più identica a se stessa, diventa quasi un'evanescenza. E come succede nella nostra mente, il corpo riflesso nello specchio non è più solo l'immagine riflessa, ma un'unione di percezioni ed emozioni che la rende unica.

L'intento di riallacciarmi a Leonardo è dovuto ai suoi scritti. Il geniale artista possedeva un'insolita scrittura: scriveva da destra verso sinistra e per leggere la sua scrittura abbiamo bisogno di uno specchio. L'immagine è ciò che senti, non ciò che vedi, è emozione suscitata nello spettatore e non sapremo mai se è quello che intendeva Leonardo nel suo quadro.

Scripta è un'istallazione pittorica ispirata al San Girolamo di Leonardo da Vinci. L'opera è un trittico articolato su tre tele cm 80x80 cadauna su fondo grigio.

Le due figure del Santo sono speculari. Le due braccia allungate verso l'interno si potrebbero toccare, ma sono separate da un monocromo raffigurante uno specchio, che riflette le figure e le separa. Le due figure sono il riflesso l'uno dell'altra, ma, nel riflettersi, qualcosa cambia: l'immagine non è più identica a se stessa, diventa quasi un'evanescenza. E come succede nella nostra mente, il corpo riflesso nello specchio non è più solo l'immagine riflessa, ma un'unione di percezioni ed emozioni che la rende unica.

L'intento di riallacciarmi a Leonardo è dovuto ai suoi scritti. Il geniale artista possedeva un'insolita scrittura: scriveva da destra verso sinistra e per leggere la sua scrittura abbiamo bisogno di uno specchio. L'immagine è ciò che senti, non ciò che vedi, è emozione suscitata nello spettatore e non sapremo mai se è quello che intendeva Leonardo nel suo quadro.